Provincia NON ATTIVA. Se vuoi gestire IamCALCIO Asti contattaci


Serie D: Presentato il progetto Zero Incoming Paper

Serie D
Serie D

Come vociferato dal collega Vincenzo Fiore su Iam Calcio Reggio Calabria, il 18 giugno si è tenuto a Coverciano un incontro al quale hanno preso parte tutte le società del massimo campionato della Lega Nazionale Dilettanti. Oggetto dell'evento è la presentazione del progetto Zip, sistema che consente la dematerializzazione dei documenti cartacei.

La serie D opta dunque per un sistema più solido e meglio strutturato in grado di alleggerire le comunicazioni, volgendo definitivamente al digitale. Il progetto Zip indirizza ancor di più la gestione documentale: si passa dal supporto cartaceo al documento elettronico, a cui le normative vigenti riconoscono pieno valore giuridico. Questo progetto, fortemente sostenuto dal presidente Carlo Tavecchio e che la Lega Nazionale Dilettanti ha voluto affidare nella fase "pilota" ai club della propria "serie A", assume un ruolo centrale evidenziato dal fatto che risulta essere uno dei temi cardine del Codice dell'Amministrazione Digitale, oltre che una delle linee d'azione più significative legate alla riduzione della spesa pubblica, in termini di risparmi diretti e indiretti, compresa tra gli obiettivi dell'Agenda Digitale Italiana.

La Lega Nazionale Dilettanti ha stabilito come luogo del battesimo del progetto Z.I.P. (Zero Incoming Paper) il Museo del Calcio situato all'interno Centro Tecnico Federale di Coverciano.  La scelta del luogo è fortemente simbolica, dato che la Lnd ha voluto così rafforzare il proprio legame con la Figc. Nel corso della presentazione è intervenuto al riguardo il vicepresidente vicario della Lnd, Alberto Mambelli: "La Lega Nazionale Dilettanti si conferma ancora una volta in prima linea sul fronte dell'innovazione - ha spiegato Mambelli, accompagnato per l'occasione dal segretario generale Massimo Ciaccolini e da quello amministrativo Gabriella Lombi -, i grandi numeri generati della nostra sconfinata attività richiedono delle procedure in linea con i tempi. La svolta del digitale ci consentirà di offrire dei servizi più efficaci e risposte più rapide alle società ed ai nostri tesserati".

Nel corso dell'evento la Lnd ha precisato che i progetti ed i prodotti innovativi sviluppati in questi ultimi anni sono frutto di Quid, azienda specializzata nelle soluzioni IT per il business e partner tecnologico della Lega Nazionale Dilettanti. Nel progetto presentato al Museo del Calcio un ruolo centrale nella fase di sviluppo e attuazione del progetto è stato affidato a Cabel Industry, azienda di Empoli specializzata nel settore della sicurezza bancaria e nella gestione elettronica dei documenti. Alla presentazione erano presenti i rappresentanti di quasi tutte le società della Lega (148 su 171) ed ai quali si sono aggiunti gli operatori del Dipartimento Interregionale.

Il nuovo sistema documentale verrà dunque messo in funzione con l'avvio della nuova stagione sportiva per la soddisfazione del coordinatore del Dipartimento Interregionale (settore che gestisce il massimo campionato della Lnd), Luigi Barbiero: "La serie D è onorata per la scelta della Lega Nazionale Dilettanti; essere i primi a sperimentare un progetto di tale portata è una responsabilità che da prestigio alle nostre società ed ai nostri dirigenti sempre più chiamati ad essere di esempio e guida per tutto il movimento del calcio dilettantistico".

Dunque a partire dal 1 luglio, sul fronte dell'automazione, ci saranno diverse novità:

- Informatizzazione completa delle procedure d'iscrizione al campionato e di tesseramento dei calciatori; il tutto poi sarà racchiuso all'interno dell'Area Società che svolgerà il ruolo di sportello virtuale a disposizione dei club di tutta Italia da parte della Lnd.

- ScanLnd, applicazione che tra pochi giorni sarà disponibile per dispositivi iOS, Android e Windows Phone e che consentirà in pochi gesti di realizzare ed archiviare le foto destinate alla produzione delle card di riconoscimento di calciatori e dirigenti.

- Diversi altri strumenti gestionali per ogni singola società, sviluppati su diversi supporti digitali, in grado di alleggerire e snellire la gestione delle pratiche.

La serie D quindi prova ad entrare con decisione nell'era digitale, ma non senza mugugni e dissensi. Infatti, con le iscrizioni al campionato di serie D alle porte, le 171 società aventi diritto dovranno espletarle dal 7 al 11 luglio 2014: molti segretari presenti alla presentazione del sistema Zip hanno però ritenuto incauta la scelta di attuare un nuovo sistema senza effettuare alcuna prova d'utilizzo. Un modus operandi della Lnd che desta molte perplessità, per tempistiche e modalità d'utilizzo: in effetti molti avrebbero preferito una sperimentazione su medio-bassa scala prima del lancio definitivo con il campionato di serie D, il più prestigioso del movimento dilettantistico italiano.

Luigi Langellotti